Ad Menu


Torna la primavera

Parlavo proprio oggi di piante conla mia amica Lucia, che continua a spendere ogni anno tanti soldi per le piante annuali.
Noi abbiamo provato il primo anno a cercare di seguire il trend delle piante annuali: violette, pelargoni, verbene, primule.
Però ci siamo resi conto che è più la fatica che il gusto.
I pelargoni vengono assediati dalla maledetta farfallina e si riempiono di bruchi. Per cui meglio non tenerli che passare il tempo a spruzzarli di veleno che uccide anche le povere api.
Violette e primule hanno una vita cosi breve che i vasi a loro dedicati dovevano essere sostituiti entro breve. Purtroppo noi abbiamopoco tempo da dedicare al terrazzo e abbiamo dovuto rinunciare ad avere i balconi tirolo-like, scegliendo invece piante perenni/sempreverdi che ci assicurassero un terrazzo pieno e rigoglioso in ogni stagione. Abbiamo imtrodotto anche alcuni sempervivum e sedum: sono piante rustiche, di poche pretese ma che ci danno molte soddisfazioni.

Questa primavera abbiamo passato un po' di tempo a liberarci dei cadaveri: il freddo intenso dell'inverno ha fatto molte vittime tra le piante grasse e succulente, sebbene avessimo provveduto a ripararle ancora meglio abolendo la serra e trasferendo le piante in una terrazza "interna" e chiusa (ma non sigillata) da una tenda in plastica.
E' morta ad esempio la bellissima aloe che stava sul terrazzo davanti. L'abbiamo sostituita spostando una lavanda che era sul terrazzone.

Quest'anno non ho fatto progetti complicati per il terrazzo. Abbiamo deciso di mantenere l'assetto che avevamo impostato l'anno scorso, perchè ci sembra che le piante siano state bene.
Abbiamo riorganizzato un po' l'angolo ombroso per gestire meglio le dimensioni di una Hydrangea molto vigorosa e sistemandole vicino una nuova Hydrangea Serrata Chinensis

La novità, rispetto al progetto dell'anno scorso è la presenza di una piccola pergola su cui si è abbarbicata una Wisteria brachybotrys 'Showa Beni'. L'introduzione risale però alla tarda primavera dell'anno scorso. Dovremo studiare meglio le istruzioni sulla potatura, perchè quest'anno abbiamo sbagliato e abbiamo perso i fiori.

Ma ecco qua alcune fioriture, i semprervivum e i sedum che ho descritto a Lucia e che mi ha detto che non le piacciono :o)


Iris
Uno degli iris...

L'isirs tanto atteso
Un Iris che da 2 anni non fioriva...

Clematis
La Clematis Dr Ruppel

Convolvolus cneorum
Il convolvolo acquistato a Imola, che si è finalmente ambientato

La rosellina meillandina
La rosellina l'anno scorso era molto sofferente, quest'anno ha un vaso tutto suo

Stachys Lanata
La Stachys si prepara a fiorire

L'Hosta gigante
Il prossimo anno dovremo assolutamente dividere la Hosta, sta soffocando l'Heuchera Caramel!

Sedum e Sempervivum
Una composizione di sedum e sempervivum che mi piace molto

Sempervivum
Qusti sempervivum stanno iniziando a crescere, quando sono arrivati erano microscopici

Sedum
La composizione di sedum che preferisco ma di cuinon ricordo il nome

5 Fiorellini:

Anonymous said...

odio i sedum!!!

Staximo said...

mi sa che questa qui sopra è Lucia :o)

Pagnottina said...

Io amo quell'iris rosso e giallo ;D, ma sono belle tutte le piante ;D Un saluto

matrioskadventures said...

che belli! Anch'io ho quasi rinunciato alle piante deocorative, è il seondo anno che metto i pomodori sul balcone...per non parlare delle piante aromatiche che sono sempre verdi e utili in cucina.Un saluto, Ancutza

Staximo said...

@Pagnottina... quest'anno l'iris rosso e giallo è esploso: è altro almeno 1.20 mt !!!!
@Matrioska... è vero le piante aromatiche danno grande soddisfazione. Qui da me purtroppo non sopravvive il rosmarino strisciante, sarebbe molto carino nelle cassette.
Comlimenti per le tue coltivazioni!


Ultimi Post

Amici